Paideia 4.0: imparare metodi didattici efficaci insegnando l’Educazione Civica

Percorsi formativi – in modalità webinar – rivolti ai docenti. Identificativo Sofia50887

Nel quadro delle nuove indicazioni normative circa l’insegnamento dell’Educazione Civica nelle scuole di ogni ordine e grado (L. n. 91/2019) ed alla luce del DM 39/2020 e relative Linee guida in materia di Didattica Digitale Integrata e di aggiornamento e sviluppo delle competenze informatiche (ex informatica DigCompEdu4), l’ITSE “Aldo Capitini” di Agliana (PT) – in collaborazione con PoieinLab Ricerca Sociale – Istituto convenzionato con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze (https://www.poiein-lab.eu/; https://www.labcambio.unifi.it/) – organizza un programma formativo dal titolo Paideia 4.0.

Il percorso corrisponde alle richieste che le norme assegnano ai singoli istituti scolastici o agli ambiti. È articolato in tre moduli e sarà tenuto utilizzando la piattaforma Google Suite che molti insegnanti già conoscono ed utilizzano per la DAD.

In linea con gli obblighi formativi di cui alle norme citate, il corso approfondisce le tre tematiche sotto elencate utilizzando metodologie didattiche innovative, secondo il principio del learning by doing, e utilizzando gli strumenti digitali tipici della DDI. In tal modo i docenti potranno acquisire familiarità verso i nuovi metodi, in quanto fruitori degli stessi, interagendo con noi durante gli incontri formativi.

1° Modulo: Assetto costituzionale italiano e architettura istituzionale dell’Unione Europea

Contenuti: saranno approfonditi gli aspetti giuridici, culturali ed istituzionali della Carta costituzionale italiana, nel quadro dell’attuale assetto, in forte trasformazione, degli organismi e delle politiche dell’Unione Europea. Saranno in particolare affrontati i nuclei fondativi della nostra carta costituzionale, evidenziando correlazioni fra la parte dei principi fondamentali ed i principali diritti inviolabili e doveri inderogabili sanciti costituzionalmente. Saranno messi a fuoco i conflitti fra diritti soggettivi quali ottimi spunti di confronto fra studenti che, dibattendo in maniera guidata e informata, possono imparare i temi della cittadinanza attiva in un approccio laboratoriale attivante e di grande valore etico. Sarà mostrato come tutto ciò è possibile anche nella DAD utilizzando gli strumenti digitali a disposizione di tutte le scuole. Un focus sarà anche dedicato all’aspetto delle emozioni ed alla possibilità che ha il docente di trasformarle da filtro affettivo (impedimento) ad elementi utili per facilitare l’apprendimento (la dimensione cognitiva delle emozioni). Paura, rabbia, vulnerabilità, c’entrano, con la democrazia?

Obiettivi:

  • Comprensione, in chiave interdisciplinare, dell’ispirazione storico-sociale della Carta Costituzionale italiana, della sua organizzazione e delle relazioni fra principi fondamentali, diritti e doveri di cittadinanza e assetto istituzionale della Repubblica, nel quadro delle Istituzioni Europee e del richiamo ai suoi Trattati costitutivi.
  • Comprensione del peso che la componente emotiva dell’agire ha avuto sia nella discussione e nella definizione di norme costituzionali come quelle relative ai diritti fondamentali inalienabili e doveri inderogabili del cittadino raccolti nella prima parte, sia di quello che quella che quella componente ha oggi nel coltivare (apertura e riconoscimento della diversità) o ostacolare (senso di insicurezza, frustrazione, risentimento, chiusura) una cultura dell’inclusione e della legalità.

Competenze:

  • Saper rendere consapevoli i discenti (alunni) delle potenzialità e dei rischi che le emozioni – intese come componenti fondativi delle capacità di valutazione e di giudizio di ogni persona – svolgono nell’orientare/indebolire il senso di appartenenza alla comunità ed alla cittadinanza democratica
  • Saper organizzare lezioni attivanti e capaci di creare consapevolezza del ruolo del cittadino attivo, mediante la partecipazione a discussioni guidate sui conflitti che si realizzano fra diritti inviolabili e le difficoltà di rispettare i doveri inderogabili.

Calendario:

a] Lezioni frontali

  • mercoledì 9 dicembre 2020, ore 16:30-18:30
  • mercoledì 16 dicembre 2020, ore 16:30-18:30

  • mercoledì 23 dicembre 2020, ore 16:30-18:30

b] E-learning e lavori individuali/di gruppo

  • N. 12 ore

c] Incontri di tutoraggio

  • mercoledì 30 dicembre, ore 16:30-18:30

d] Scadenza consegna lavori individuali/di gruppo

  • venerdì 8 gennaio 2021

2° Modulo: Sviluppo territoriale, sostenibilità ambientale e inclusione socio-economica e culturale

Contenuti: in linea con i diciassette obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite finalizzata a definire le linee di azione per uno sviluppo ecologicamente e socio-culturalmente sostenibile, il modulo fornirà una conoscenza pratica e applicativa delle categorie analitiche delle scienze sociali nel campo dei meccanismi e dei processi dello sviluppo territoriale. Particolare attenzione sarà dedicata ai temi del rapporto fra economia e società, della responsabilità sociale di impresa e della generazione di valore sociale dell’agire produttivo e del lavoro, infine alla dimensione dell’inclusione sociale di fronte alle disuguaglianze tradizionali e alle nuove forme di fragilità, disaffiliazione e lotta alle povertà al tempo della pandemia. Un focus sarà dedicato al rapporto fra modi di produzione e di consumo ed equilibri ecosistemici (cambiamenti climatici, limitatezza delle risorse, economia circolare e share economy) e un secondo a quello fra crescita economica e qualità del lavoro

Obiettivi:

  • Comprensione del carattere multidimensionale (economico, sociale, politico-istituzionale, culturale, ambientale) del concetto di sviluppo territoriale sostenibile.

  • Padronanza delle chiavi interpretative delle scienze sociali circa il rapporto ineludibile fra agire economico e tessuto delle relazioni socio-culturali in cui il fare produttivo è sempre radicato e dal quale trae costantemente risorse quali fiducia, competenze e skill tacite e formali, atteggiamenti e predisposizioni caratteriali alla creatività, all’innovatività e al senso (ponderato) del rischio.

  • Comprensione dei processi di fragilizzazione e di disaffiliazione che – specie al tempo della pandemia – riplasmano non solo le tradizionali forme di disuguaglianza ma anche l’inedita fisionomia delle nuove condizioni di povertà e di scivolamento nell’area del bisogno e della necessità di cura e assistenza.

Competenze:

Padronanza delle chiavi interpretative delle scienze sociali circa il rapporto ineludibile fra agire economico e tessuto delle relazioni socio-culturali in cui il fare produttivo è sempre radicato e dal quale trae costantemente risorse quali fiducia, competenze e skill tacite e formali, atteggiamenti e predisposizioni caratteriali alla creatività, all’innovatività e al senso (ponderato) del rischio.

Calendario:

a] Lezioni frontali

  • mercoledì 20 gennaio 2021, ore 16:30-18:30
  • mercoledì 27 gennaio 2021. ore16:30-18:30
  • mercoledì 3 febbraio 2021, ore 16:30-18:30

b] E-learning e lavori individuali/di gruppo

  • N. 12 ore

c] Incontri di tutoraggio

  • mercoledì 17 febbraio, ore 16:30-18:30

d] Scadenza consegna lavori individuali/di gruppo

  • mercoledì 24 febbraio

3° Modulo: L’educazione digitale e la democrazia al tempo dei Social

Contenuti: in un’epoca in cui gran parte degli scambi e delle relazioni interpersonali, organizzative e di lavoro si avvale dell’intermediazione delle tecnologie digitali, il modulo mira a fornire ai docenti un’essenziale “cassetta degli attrezzi” per formare gli studenti ad una cultura della comunicazione (telematica ma non solo) informata, consapevole, (auto-critica) e argomentativa, aperta al riconoscimento delle “buone ragioni” dell’interlocutore e basata sull’intelligenza delle emozioni anziché sull’irrazionalità della reazione impulsiva. Il modulo affronterà dunque il tema delle logiche dei media digitali, quello dei processi e meccanismi dell’incontro, della discussione e dell’argomentazione sui social network; quello delle fake news, del fact checking e partecipazione informata. Un focus sarà dedicato al peso delle emozioni nella comunicazione all’interno dello spazio virtuale (cyber community, chiusure di gruppo, radicalizzazione e hate speech) e un secondo agli strumenti di contrasto di nuove forme di violenza come il cyberbullismo, il revenge porn, il cyber flashing.

Obiettivi

  • Conoscenza del variegato mondo dei social network e delle logiche di comunicazione sottese a ciascuna categoria di tali media digitali di scambio e di condivisione.
  • Padronanza delle principali chiavi interpretative dei codici di comunicazione in tali reti adottati (ad es. linguaggi, regole di adesione/amministrazione/misure sanzionatorie applicate, netiquette) e dei meccanismi di gruppo che in essi si sviluppano (“chiusura dei confini”, “marcatori” di reputazione e di visibilità ecc.)
  • Conoscenza dei criteri di distinzione fra notizie fondate, distorte, false e familiarizzazione e padronanza dei principali strumenti digitali di fact checking.
  • Conoscenza delle nuove forme di discriminazione, marginalizzazione, molestia e violenza rese possibili dall’uso di massa di tecnologie ed applicativi di condivisione mobili e non (smartphone, tablet, tecnologia Bluetooth d tracciamento e georeferenziazione, e illustrazione delle misure e decaloghi di contenimento di tali fenomeni

Competenze:

  • Padronanza delle principali chiavi interpretative dei codici di comunicazione adottati e dei meccanismi di gruppo che in essi si sviluppano;
  • Saper riconoscere le nuove forme di discriminazione, marginalizzazione, molestia e violenza rese possibili dall’uso di massa di tecnologie ed applicativi di condivisione (tracciamento e georeferenziazione) e illustrazione delle misure e decaloghi di contenimento di tali fenomeni

Calendario

a] Lezioni frontali

  • mercoledì 3 marzo 2021, ore 16:30-18:30

  • mercoledì 10 marzo 2021. ore16:30-18:30

  • mercoledì 17 marzo 2021, ore 16:30-18:30

b] E-learning e lavori individuali/di gruppo

  • N. 12 ore

c] Incontri di tutoraggio

  • mercoledì 24 marzo, ore 16:30-18:30

d] Scadenza consegna lavori individuali/di gruppo

  • mercoledì 31 marzo

I tre moduli del corso – attivabili singolarmente – avranno la durata di 20 ore di formazione ciascuno, fra lezioni sincrone e attività asincrone, e saranno tenuti da docenti e ricercatori universitari in Scienze Sociali e da formatori esperti in discipline quali Sociologia, Psicologia, Antropologia, Economia, Diritto, Scienze della Comunicazione, Informatica, in un’ottica formativa esperienziale conforme alle modalità di insegnamento che si intendono sviluppare, dunque con un’impostazione pratica e laboratoriale (n. 6 ore di didattica frontale, n. 14 ore di e-learning e auto-apprendimento).

Tariffe di iscrizione:

Iscrizione ad un solo modulo, qualunque esso sia: € 50; – Codice Sofia: 74845

Iscrizione a due dei tre moduli: € 90 – Codice Sofia: 75050 

Iscrizione a tutti e tre i moduli: € 125 – Codice Sofia: 75051

Numero minimo di preiscrizioni per attivazione di ogni modulo: 20 persone

1° Modulo: preiscrizioni entro Venerdì 4 Dicembre 2020

2° Modulo: preiscrizioni entro mercoledì 13 Gennaio 2021

3° Modulo: preiscrizioni entro mercoledì 24 febbraio 2021

Per informazioni:

e-mail: d.fedi@aldocapitini.edu.it; filippo.buccarelli@unifi.it; f.buccarelli@poiein-lab.eu

Cell. 329 9091677

Modulo di preiscrizione/perfezionamento dell’iscrizione online per i corsi Paideia 4.0:






    Modulo di preiscrizione online per i corsi Paideia 4.0,







    Chiede di essere iscritto/a ai seguenti moduli del corso di formazione online Paideia 4.0:
    1. Costituzione e dintorni2. Sviluppo territoriale eco- e socio-culturalmente sostenibile3. La democrazia al tempo dei social
    Pagamento con Carta del docente? No

    La informiamo  ai sensi dell’art.10 della Legge 31.12.1996 n° 675 “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali”  che i dati personali da Lei forniti potranno formare oggetto di trattamento, nel rispetto della normativa sopra citata e degli obblighi di riservatezza cui sono ispirate le attività di questo progetto. In particolare tali dati potranno essere raccolti su supporto cartaceo o registrati su supporti elettronici ed elaborati solo ed esclusivamente in rapporto all’attività della Formazione Professionale in lingua italiana. Il conferimento dei dati personali è facoltativo. In relazione al trattamento dei suoi dati personali Ella potrà esercitare i diritti di cui all’art. 13 della Legge 675/96: